Categorie
2022 News-IT

PROTEGGI IL TUO BUSINESS CON L’ANALISI DEI CYBER ATTACCHI

news

PROTEGGI IL TUO BUSINESS CON l'ANALISI DEI CYBER ATTACCHI

Nell’articolo precedente abbiamo approfondito come funziona la nostra analisi dei cyber attacchi.

MA QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTA ANALISI E COME È POSSIBILE SFRUTTARLA PER PROTEGGERE IL BUSINESS?

Aziende, Istituzioni, centri di ricerca, assicurazioni che offrono polizze contro i rischi cyber, professionisti che si occupano di threat modeling, di cyber risk management e di cyber strategy: l’analisi dei cyber attacchi può rivelarsi utile a diverse entità.

In particolare, possiamo identificare 4 obiettivi principali:

  1. Verificare la strategia di Cyber Security

    Dall’analisi delle minacce dipinte nello scenario che presentiamo ogni anno è possibile comprendere dove le strategie di cyber security abbiano fallito e come migliorarle.

    È importante, infatti, che le aziende, così come le Istituzioni ed ancor di più le Infrastrutture Critiche, verifichino di frequente le proprie difese, in quanto le problematiche cyber sono costantemente in evoluzione.

    Ottenere informazioni sulle minacce più recenti che si sono dimostrate vincenti è certamente il modo migliore per valutare quanto le difese potrebbero rivelarsi efficaci o dove apportare modifiche alla strategia complessiva.


  2. Identificare le minacce specifiche per il proprio settore

    Sempre riguardo all’affinamento delle proprie cyber difese, valutare quali problematiche del mondo digitale affliggono in modo particolare il proprio settore merceologico di appartenenza è una priorità.

    I cyber attacchi, infatti, comprendono diverse tipologie e non colpiscono tutte le aree di business nel medesimo modo.

    È ragionevole supporre che Istituzioni, Infrastrutture critiche e multinazionali o grandi aziende siano maggiormente esposte ai rischi cyber rispetto a piccole o medie aziende, ma è anche vero che queste dispongono di risorse inferiori per gestire le emergenze.

    Ottenere informazioni sulle minacce specifiche per il proprio ambito ed analizzarne i trend negli anni, è, quindi, assolutamente strategico per valutare la situazione e comprendere come potersi difendere al meglio.


  3. Ottimizzare i budget dedicati alla Cyber Security

    Il mondo della Cyber Security è complesso, lo sappiamo, e purtroppo non esiste una soluzione univoca in grado di porre rimedio come una bacchetta magica a tutti i rischi correlati.

    Al contrario, le minacce sono diverse, quindi le strategie difensive dovranno prevedere un mix di soluzioni tecniche, formative, organizzative e gestionali.

    L’analisi dei cyber attacchi è importantissima per comprendere quali componenti non devono mancare nel proprio specifico mix e come spendere in maniera più efficace ed efficiente il budget aziendale di Cyber Security.

    Solo comprendendo quali minacce riguardano il proprio settore di appartenenza si può essere ragionevolmente certi di valutare a ragion veduta gli acquisti e le azioni più corrette.


  4. Ottenere dati sui cyber incidenti

    Il nostro campione comprende oltre 7.000 cyber attacchi andati a buon fine negli ultimi 4 anni, tra i quali più di 2.500 verso Infrastrutture Critiche.

    Un numero di eventi notevoli dai quali è possibile evincere molte informazioni, dalle motivazioni dell’attacco, al settore merceologico preso di mira, alla tipologia di tecnica utilizzata, all’area geografica, alla criticità dell’attacco e agli impatti correlati.

    Queste informazioni possono essere molto rilevanti in particolare per Assicurazioni che forniscono polizze contro i rischi cyber e che necessitano di dati utili a valutare la frequenza e la gravità delle minacce e per poter calcolare correttamente il premio per la mitigazione del rischio residuo.

Sebbene la finalità di innalzare l’awareness sulle problematiche della Sicurezza Informatica resti il nostro obiettivo principale, la criticità della situazione che si è venuta a creare in seguito alla crescita straordinaria delle minacce cyber, ci ha convinti che questa analisi debba continuare ad evolversi, trasformandosi in un vero e proprio strumento di lavoro e di supporto decisionale.

Contattaci per ulteriori dettagli e guarda un sample dei nostri dati sulla nostra Dashboard.

Latest news

SCUOLA E CYBER SECURITY

Settembre è il mese in cui ricominciano le scuole, ma la Cyber Security è sempre in agguato ed è importante conoscere i rischi e le...

Read More
Categorie
2022 News-IT

ANALISI DEI CYBER ATTACCHI: COS’È E COME FUNZIONA

news

ANALISI DEI CYBER ATTACCHI: COS’È E COME FUNZIONA

Quando nel 2011 abbiamo iniziato questa ricerca, il nostro scopo era elevare la consapevolezza e migliorare la comprensione delle minacce informatiche.

All’epoca i rischi “cyber” non erano nemmeno considerati all’interno del Global Risk Report del World Economic Forum, nel quale sono stati introdotti solo nel 2015, e comunicare l’urgenza di occuparsi della Sicurezza Informatica era complesso in assenza di dati quantitativi in grado di illustrare il problema e la sua evoluzione nel tempo.

Se 11 anni fa la situazione poteva però sembrarci preoccupante, a questo punto non è più un mistero che ci troviamo in piena emergenza e che nessuno può considerarsi al riparo dai cyber attacchi.

Vediamo quindi, come funziona la nostra classificazione dei cyber attacchi.

CRITERI DI CLASSIFICAZIONE

In oltre 10 anni l’attività di analisi e classificazione dei cyber attacchi si è molto evoluta.

La metodologia utilizzata è stata raffinata ed aggiornata nel tempo, sia dal punto di vista del numero e della qualità delle fonti utilizzate, che della quantità di variabili impiegate per descrivere i diversi fenomeni e delle tassonomie utilizzate per classificare i dati, completamente riviste per aderire quanto più possibile a standard riconosciuti a livello internazionale.

LE VITTIME

Il sistema di classificazione dei settori merceologici adottato per mappare le vittime di attacchi informatici è derivato dall’ISIC (International Standard Industrial Classification of All Economic Activities) delle Nazioni Unite e dalla NACE (Nomenclature statistique des activités économiques dans la Communauté Européenne) della Commissione Europea, da cui derivano anche i Codici ATECO italiani.

La nostra classificazione delle vittime è stata ovviamente adattata per includere anche le tipologie di target di cyber attacchi escluse dai precedenti standard e comprende in totale 20 macrocategorie merceologiche e 141 sotto-categorie.

LE TECNICHE DI ATTACCO

La classificazione delle tecniche di attacco è derivata dal MITRE ATT&CK®, dalla Threat Taxonomy di ENISA (Agenzia dell’Unione europea per la cybersicurezza), dalla Open Threat Taxonomy e da diversi altri framework.

Comprende 8 macro-categorie e 59 sottocategorie.

GLI ATTACCANTI

La classificazione degli attaccanti deriva dalla nostra esperienza sul campo e rappresenta una mappatura tra le principali famiglie di bad actorse le motivazioni degli attacchi osservati in oltre 10 anni di indagini.

Comprende 4 macro-categorie e 13 sottocategorie.

LA SEVERITY

Dal 2017 abbiamo introdotto un indice della gravità degli attacchi analizzati, classificandoli in base a livelli crescenti di Severity, cosa che ci consente di realizzare un’analisi dei differenti impatti causati dai vari incidenti informatici e di offrire interessanti informazioni sia ad aziende che ad istituzioni.

CONSIDERAZIONI SUL CAMPIONE

In 11 anni abbiamo identificato, classificato e valutato oltre 14.000 attacchi informatici (in media più di 100 al mese).

Di questi, 7.144 si sono verificati negli ultimi 4 anni, dal 2018 al 2021 (di cui 2,049 solo nell’ultimo anno), dimostrando un’accelerazione impressionante nella frequenza e nella criticità delle minacce cyber.

Il campione comprende cyber attacchi andati a buon fine e divenuti di pubblico dominio.

Questo ci permette di fotografare la situazione delle minacce che sono riuscite a superare le difese in campo e che hanno avuto anche ripercussioni reputazionali, oltre agli ulteriori danni economici, tecnologici e spesso anche legali.

D’altra parte, il nostro campione è necessariamente parziale in quanto alcuni attacchi non diventano mai di dominio pubblico, o le vittime riescono a non pubblicizzarli (se non costretti dalle circostanze o da obblighi normativi), oppure per la loro natura emergono più difficilmente (è questo il caso di attività di cyber espionage ed information warfare, certamente sottorappresentate rispetto a cybercrime e hacktivism).


È plausibile quindi supporre che lo scenario dipinto dall’analisi dei cyber attacchi sia addirittura meno critico rispetto alla situazione sul campo.

Un ulteriore motivo per continuare ad evolvere questa analisi ed utilizzare questi dati in modo strategico.

Contattaci per ulteriori dettagli e guarda un sample dei nostri dati sulla nostra Dashboard.

Latest news

SCUOLA E CYBER SECURITY

Settembre è il mese in cui ricominciano le scuole, ma la Cyber Security è sempre in agguato ed è importante conoscere i rischi e le...

Read More
Categorie
2022 News-IT

ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI CYBER: COS’È E A COSA SERVE

news

ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI CYBER: COS’È E A COSA SERVE

Il rischio informatico è qualcosa che non è più possibile ignorare.

Da una parte i cyber attacchi sono sempre in agguato e, come abbiamo descritto nel Rapporto Clusit, aumentano sia in frequenza che in criticità, andando a massimizzare gli impatti del cybercrime.

D’altra parte, il tempo medio che occorre ad un’azienda per identificare una violazione è di 200 giorni, una durata esorbitante, durante la quale i criminali sono liberi di effettuare le loro manovre indisturbati.

Malware, furti di dati e d’identità, frodi, attività criminali da parte di insider, errori umani, danni ai sistemi informatici hardware e software (accidentali o meno): l’elenco di pericoli digitali a cui sono esposti il business ed il patrimonio aziendale sono infiniti.

Oltre ai danni ai sistemi informatici ed alla perdita di dati (dell’azienda e dei clienti), è importante considerare anche:

  • danni a causa dell’interruzione delle attività;
  • perdita di clienti e fornitori;
  • problematiche legali ed eventuali richieste di risarcimento da parte di terzi;
  • danni reputazionali.
Alla luce di queste considerazioni, è evidente che il rischio cyber è certamente complesso da valutare: non potendo eliminarlo totalmente è prioritario trovare il modo di mitigarlo quanto più possibile.

L’assicurazione contro i rischi cyber è uno strumento utile a questo scopo.

Cos’è una Polizza Cyber Risk?
Le assicurazioni che consentono di gestire il rischio cyber sono polizze utili a tutelare le attività commerciali ed il business dalle operazioni criminali e le minacce correlate.

Come abbiamo visto, le componenti da valutare nel rischio cyber sono molteplici.

È molto importante che la polizza prescelta offra una protezione a 360°.

Inoltre, al pari delle assicurazioni per le auto, è utile che la polizza consenta di valutare quali protezioni vale la pena aggiungere in base alle specifiche dell’azienda cliente, come il settore, le dimensioni, la compliance normativa a cui è soggetta.

Questo in modo da coprire diverse potenziali esigenze in caso di evento malevolo o accidentale, come:

  • perdite economiche
  • responsabilità civile
  • tutela legale
  • costi di gestione dell’evento (per i professionisti da ingaggiare, per gli acquisti di hardware e software, per la tutela della reputazione)

A chi serve una polizza Cyber Risk?
Tutte le aziende, grandi e piccole, sono esposte ai rischi informatici.

Le grandi aziende e le multinazionali possono avere reti e sistemi informatici molto complessi e quindi un’ampia superficie di attacco.

Oppure, essendo spesso molto note, possono essere soggette ad attacchi più mirati.

Le piccole aziende ed i professionisti, d’altra parte, pur essendo ugualmente esposti ai rischi del mondo cyber, non sempre dispongono del budget sufficiente per gestire le conseguenze di eventi malevoli.

Le istituzioni e le aziende che offrono servizi critici, come quelle dell’ambito sanitario, devono infine proteggere a maggior ragione i dati sensibili di cui si occupano e, al tempo stesso, assicurare continuità operativa non potendosi permettere che cyber attacchi o incidenti di varia natura (accidentali o meno) vadano ad impattare sulle attività.

È evidente quindi che le Polizze Cyber Risk possono essere utili a diverse realtà, offrendo una protezione mirata e flessibile.

Perché sottoscrivere una polizza Cyber Risk?
Nella cyber security, le attività preventive, come la verifica dei sistemi informatici, hardware e software (Vulnerability Assessment, Penetration Test, Code Review, …), o i corsi di Awareness per il personale, al pari delle soluzioni difensive (anti-malware, firewall, ecc..), sono ormai imprescindibili per ridurre l’esposizione alle minacce digitali.

Ma, per quanto queste possano essere efficaci, resterà sempre una componente di cyber risk difficile da valutare e da gestire, in quando dipendente da eventi e complicazioni impreviste.

Le polizze cyber risk possono essere utili a mitigare questi rischi residui che potrebbero danneggiare il business.
Le assicurazioni per il rischio cyber sono utili ad aziende di ogni entità, organizzazioni ed istituzioni.

Non potendo certamente sostituire le operazioni preventive o le soluzioni difensive della cyber security, devono semmai essere considerate come complementari per essere certi di implementare una strategia di cyber security realmente efficace.

Buon lavoro!

Latest news

SCUOLA E CYBER SECURITY

Settembre è il mese in cui ricominciano le scuole, ma la Cyber Security è sempre in agguato ed è importante conoscere i rischi e le...

Read More
				
					-----BEGIN PGP PUBLIC KEY BLOCK----- xsFNBFyONI0BEAC3wJRo5qhtr1KsqVdMz7b5JqHmt7H0ZZr14oJ9TV/hD9LMfrKpnQ94dFGnpfGa BKC1wSoJN4Yfs5lg5YmN4hmHmm6PkjgQdenVgL4YDfLDodwn5DgXKuywRBqIFbbnTDvFAb03DX2A FPnc+4g2QHsfiFycz+ISg/Z+8i21gY3j5oZlrdMKVWrNczrNc/lDJqJ36RSYDn1QzAW1ZGY/pUXk imPRvLew5Idr3462sZVVhuUFMD3Uf/W1SaS3bSEQM89pSYKZfo8AFpAs659Mn7gqKru6ndxilRdF wJGQuepqR8kz+vVPLyxJj68ii2ZBIY50RQvSBgJRnNF/Htp30cuk3v8jfSGZit9XYTTGQThVbfGR ZcKWze/iF+es110+mNXA/8s7jKs95PI+z1Foc9o74Ujs8dvjEGHTaESIEzX3JtEZUCZUiPt/P8pU Jw0ewbj1XCacYxYVsR7ODlf6GEsjt868WcjiqsuuZo2rzO4og9hFU5DlBzuePklfhw8dO5CiMN2H vtSkAn4DkgHqC+JiciHc9h5Cvvfjp52oQPj1eYmU3LkOvGFmPXVIts3VfxsQT3gk+DmrQ4J//fAl tNRSbMBnGu5F/qnLLkJmKRKPKNNcpjptFznKxLZbxW5QbAeDok3ho8YQACfADKcrmaIRkoPr8/mn PxZgMSMB87W7sQARAQABzSRTb2ZpYSBTY296emFyaSA8c29maWFAaGFja21hbmFjLmNvbT7CwZQE EwEIAD4WIQTNwEbcXbH0vegGlHCd6fr0nsTifwUCXI40jQIbIwUJEswDAAULCQgHAgYVCgkICwIE FgIDAQIeAQIXgAAKCRCd6fr0nsTifwKuD/4+3MaN+9eFiltI06fFBjr1Csh0OLFw89jFnpuYl9Sm ImVqmBwrnm+APxxLK4M+FMuNm4fW08X249t09Nsf0ba6UJ0HR/7/fRTipjzRLqHSr0+ZjVUGHhon fuuFZgNzPA5RmQZZCyiwyqZJs7pLn1QI/CtlDP6MsQhadywbkO/5LlDoBoYh/2DYNA/mtEfJbvc/ cOvfk47thj5OzcXJEWFxz7h2P5C2ELwxdhNPC+uqcOQkTScnuIBJooheJPhdmqOtOwrbUUIfaryM IESrol3Jg3/MUOe7FLXhwCSQGY1iefzl4py2jTeK936GMBHifLSUCA88lpE7ALkbf3+qJ9ABra9G e9e0dirIlPvFgBkEBBXsoIReQLrhHKFBtvKdrrE9Rb7kAwon+sW+3Uf6Ie3M8nTisGy2AmlI/tQ5 V0MHU2UJUNcc59hk7ADIlXN64eeqELgsMtlR4wEHd6nwcEpoPCTWfrVSwzsPtXUGNAGbgGxISv/F ltcFJ6Qw6Zy4f+YBEyCx/7GA3kjLllkcHv4kwHpP+WQCzbjh2JdkGEp5AY7puil1AtOFcbirbHbR 83KVeqx4Vvlyh2jhIDQYB/9qpTDC1xDKpndn40gnNd5hvjK0I0Xvbhb0PLhCpJQ5tsvPiQHjhOMF Wye3ZigaX1gTZxE29MLtwBbOYdGCYG0MrM7BTQRcjjSNARAAupAKTZXLRktriUVqhkZpU8zUVwrW ik6siStg7BppSJuKVW+Ic8QIagW0I48d2jZIIXrQRvqVBixn8eeBTE8Cujum1mZyhTw2sri3gE9i 81gisF17T/uewzRyYwx8obMfSEBnwJa44td7VjtbfLMRtfneK9R40+kELhhvXZa3DBbcG86zHVPU f1YkLX4RNSyjz4vOCX3WlcIAOr6MJA8DT+F5mUCVEhnkeUbflXtxRSeTUTfOw/3MYLs+mc6hWwLq gqTMcIQhDrYEY5wUgb5Mj86NR/uvsThL6MtWCJWVbfxHxM575woyTdD9E6HGO6loHYdky/7I+XFZ twgxsGn6HJYT+Gwn9BI5/DiwT1Qb/AyADktN1jGmZGTlniS+hly7rm0EHb2CTTM5zT1fh/sCOtQb nYIUf2in2cIfcFvzeFrUbDk2HfJMp5FmY6tBEV5xyNCww/mBkW2nuZy9CvAheJEOGoO8lyonPU2u ARq345LdbS6l+VdivPmZoLNpIMRw9MSTYmzm08h7C+/6hxzpjw1/nWZ+W2k9VpLutEs7KMtsbZR4 WhVFVS1uhqxrnjoeBHznh360Ou8SR+PFO0HIrYz4W7ayfcBhqcsGrM9u1E892gjUVTbPv8UoXQ8S Zm9ra2jqbfZGbyOpMIlyMzHTak7r0IZvCedEUDCimitbw98AEQEAAcLBfAQYAQgAJhYhBM3ARtxd sfS96AaUcJ3p+vSexOJ/BQJcjjSNAhsMBQkSzAMAAAoJEJ3p+vSexOJ/C+wP/iGvKG1NldCT2gR7 oWhmvgBnsD7qjC57RX0Go7WD1lmrWP4xWpvM6Tj0V4ZsXnyB8zUR38p49PPymjwy51FAss5PYh8S bVC1/sKC5Sae3kiAoMGH29MBAwL1IkJ8PNw6uOJHhUIJgKT5RWk2f7q3+Tha19slXwD/FC1IcBJK baxyVkG3cG5AnNvvKZyFAUNZ9FiBycaNHO4o6bCcCzSsaRLL2azudJLrF8UYPfTNBQ6Cr4QLqaRb t+ZqL2nqmcadO1AtxLtq5lQjxbhJ3jSYIcQJRq0ztbIBcPrdR2B/dfVED9cU5leSmNXxrh09gJ7N tmUpVo5fBcbf6fP7h2HIFBpH+G/8UUlcbm9pQ5Jcb8FEom0JrfaIAuv1gEIJAk1mkqLNzWUs8KuL nCBBVT2+2hfEZjtjUYbCLVB4LRCsLs9CY1wS3yKca90S8m0tfKcSj3K3k8qlKodkE2raX2GW2dm9 b200ENbb41B1uZlPts4Yh/AMfLqoNv8wyw0GlUQ2DqgDqviLANYbg4/GHwTLwO2b9UMHuTVU3woS 1LRKt0iPPsd+ir+9YRAVt5LB5XTS5C5cdIW9JSXQ+0cnbr3LPZCBulOew/M72liBINKWKGoUyueF 73ckNO9S7pzTOCpjn3+gAuzN/itwgwrMLoqUqqBuxzd7cKNJHTFdTIfTm53f =KIMs -----END PGP PUBLIC KEY BLOCK-----